• Banca Monastier
  • Broker Pack
  • Consulsped
  • Cps
  • Fisiofit
  • Gecchele
  • Jungheinrich
  • Masiero
  • Micropolis
  • Miro
  • Pointprint
  • Studio3
  • Tesisystem
  • Wama
  • Zanchetta

Serie A: DOpla Casale - Rugby Milano 12-40

Casale sul Sile (Treviso) via Belvedere - stadio “Eugenio” - domenica 2 aprile 2017

 

DOpla Rugby Casale - Rugby Milano   12 - 40 (pt. 12-19)

 

Marcatori p.t.  3’m Salaris tr Iannone (0-7); 11’m Gorietti tr Iannone (0-14); 15’m Meneghello (5-14); 30’m Trentani (5-19); 35’ m e tr Meneghello (12-19);

s.t. 11’m Trentani tr Iannone (12-26); 18’m Mastromauro tr Iannone (12-33); 32’m Gorietti tr Fedeli (12-40);

 

DOpla Rugby Casale: Meneghello, Cattel (11’st Miotto), Visentin, Forese, Gerotto (23’st Pivato), Zorzi (9’st Zappalorto), Benetti, Secolo, Chinellato (22’st Ardolino), Bacchin, Bottazzo (16’st Marafatto), Toneatti, Pesce(cap) (22’st Zanardo), Vian (19’st Andreuzza), Levaggi (22’st Zuffogrosso) - a disposizione - All. Dal Sie

 

Rugby Milano: Gorietti, Allaria (1’st Pegoraro), Lamaro, Trentani, Ragusi (16’st Tipo), Iannone (30’st Fedeli), Morisi, Salerno, Del Carro (1’st Mastromauro), Bianchini (22’st Limonta), Malacart (8’st Spangaro), Soldi, Magallanes-Valdes (1’st Piatti), Lombardi(cap) (23’st Motta), Salaris - a disposizione:  Piatti, Mastromauro, Spangaro, Achilli,   All.  Grangetto

 

Arbitro: Elia Rizzo di Ferrara assistenti i signori Borraccetti Marco di Forli e Poggipolini Alfonso di Bologna

Cartellini gialli : al 23’ st Forese (Casale);

Calciatori: Meneghello (Casale)  tr 1/2; Iannone (Milano)  tr 4/5 e Fedeli tr 1/1

Note:  500 spettatori circa  

Punti in classifica:      DOpla Rugby Casale 0   Rugby Milano 5

 

 

Deludente la prestazione dei caimani davanti al proprio pubblico, dove si è trovato a fronteggiare il XV del Rugby Milano, arrivato in terra veneta con l’intento di fare bottino pieno.

Fischio di inizio del signor Rizzo di Ferrara e sono subito i milanesi a schiacciare  i padroni di casa in difesa, negli ultimi dieci metri di campo disponibili, e costringendoli ad alzare delle “barricate”,  in qualsiasi modo, quindici minuti di fuoco che permettono prima a Salaris, al 3’, e succesivamente a Gorietti di portare il pallone oltre la linea di meta ed a Iannone di trasformare entrambe.

Una fievole reazione dei caimani porta Meneghello all’altezza della bandierina, ad accorciare il divario, su una azione impostata lungo tutto il fronte difensivo del Milano (5 a 12)

Dopo la meta dei veneti risale in cattedra il Milano, ed al 30’ su uno dei tanti rinvii “liberatori” della difesa dei caimani, conquista l’ovale servendo per ultimo Trentani, che si fà metà campo senza trovare nessuno ad ostacolarlo  ponendo l’ovale sotto l’acca, Iannone trasforma.

Una leggera reazione del Casale al 35’ con il pallone vinto nella propria metà campo da Visentin che con uno scatto di 20 metri brucia gli avversari, e dopo averli attirati a se con un off-load serve l’accorrente Meneghello che si involta quasi in solitudine lungo la fascia laterale verso la meta per poi riporre il pallone sotto l’acca avversaria.

Le squadre vanno al riposo ed il pubblico di casa si aspetta alla ripresa del gioco una reazione del Casale , ma che non si manifesta , è invece il Milano che tiene banco, forte del fatto di aver sostituito alcuni uomini di mischia con elementi freschi, e sicuramente più pesanti.

Il Casale non riesce trovare il bandolo della matassa del gioco, da parte loro ci sono sempre i soliti errori, di disciplina e di conduzione del gioco, ed il Milano sta a guardare per sfruttare questi errori, ed al 11’ con la meta di Trentani raggiunge il punto di bonus, e gestendo in modo semplice e regolare trova il tempo per realizzare altre due mete al 18’ con Mastromauro ed al 32’ con Gorietti, con le trasformazioni, oggi di un imbeccabile Iannone, sostituito al 30’ del secondo tempo, sotto uno scrosciante applauso da parte del pubblico presente, da Fedeli che realizzerà l’ultima trasformazione.

Partita da dimenticare quella di oggi da parte dei caimani, non c’era nessuna voglia di giocare di reagire, non lucidità nelle soluzioni di gioco, questo sicuramente non è il miglior modo per poter aspirare alla permanenza in serie A, ci aspettano ora due scontri diretti per la salvezza, domenica ancora in casa contro il Badia oggi vincente in casa contro il Parabiago e tra venti giorni a Vicenza, anch’ella vincente oggi in casa contro il Valpolicella.

Siccome la palla con cui si pratica questo sport è ovale speriamo che in queste prossime occassioni rimbalzi a nostro favore.

Questo sito utilizza cookie. Se procedi con la navigazione ne acconsenti l'uso. ACCETTA COOKIES Per conoscere i dettagli consulta la nostra cookie policy